Stephen King: i 5 miglior libri.

Stephen King: lo scrittore considerato il re della letteratura horror.

Nato a Portland il 21 settembre 1947, è uno scrittore e sceneggiatore statunitense, uno dei più celebri autori di letteratura fantastica, in particolare horror, del XX e XXI secolo.

Scrittore molto prolifico, ha pubblicato oltre ottanta opere, anche con lo pseudonimo di Richard Bachman, fra romanzi e antologie di racconti, entrate spesso nella classifica dei best seller e vendendo oltre 500 milioni di copie.

Buona parte delle sue storie ha avuto trasposizioni cinematografiche o televisive, anche per mano di autori importanti quali Stanley Kubrick, John Carpenter, Brian De Palma, David Cronenberg e Frank Darabont.

Ammetto di essere una grande appassionata dell’autore, di aver letto quasi tutte le sue opere e di consigliare l’autore a tutti coloro che amano leggere, non per forza solo gli amanti dell’horror o i fan di King. 

In questo articolo vi vorrei proporre quelli che, per me, sono i 5 miglior libri di Stephen King.

1. Pet Semetary

Pet Sematary è uno di quei libri che, personalmente, ritengo fondamentali all’interno della nostra personale libreria. 

Questo libro è uno di quei libri che devono essere letti più di una volta per poterne scoprire tutti i dettagli, anche quelli più nascosti.

Pet Sematary, pur essendo un Horror a tema zombie, racchiude in sé tantissime riflessioni sulla morte e sulla vita, sul sentimento del dolore, della scomparsa e della speranza in una vita eterna.

Qui a seguito la trama del libro.

In una limpida giornata di fine estate, la famiglia Creed si trasferisce in un tranquillo sobborgo residenziale di una cittadina del Maine. Non lontano dalla loro casa, al centro di una radura, sorge Pet Sematary, il cimitero dei cuccioli, un luogo dove i ragazzi del circondariato, secondo un’antica consuetudine, usano seppellire i propri animaletti. Ma ben presto la serena esistenza dei Creed viene sconvolta da una serie di episodi inquietanti e dall’improvviso ridestarsi di forze oscure e malefiche. Uno dei primi classici del Maestro del Brivido.

Pagine: 425

2. Shining

Conosciuto da tutti per il celebre capolavoro cinematografico di Stanley Kubrick del 1980, Shining è uno di quei libri che ti trasportano letteralmente dentro al libro e ti permettono di camminare al fianco dei personaggi principali.

Quest’opera tratta della vita di Jack Torrance, aspirante scrittore che si trasferisce sui monti del Colorado, con la moglie Wendy e il figlio Danny,  per lavorare come guardiano per l’Overlook Hotel.

A causa di alcuni particolari avvenimenti accaduti all’interno di quell’hotel, Jack finirà per voler uccidere la moglie e il figlio.

Pagine: 592

3. IT

Il must per eccellenza dell’Horror, riproposto ogni anno durante il periodo di Halloween, IT è uno di quei libri che davvero ti rimangono impressi per giorni.

Il libro narra la drammatica esperienza di sette ragazzini che rimarranno legati per la vita ad un incubo alieno. La cittadina in cui tutta la storia è ambientata, Derry, anche se totalmente inventata, è un elemento ricorrente nelle opere di Stephen King.

Pagine: 1216

4. Carrie

Primo libro di King, pubblicato nel 1974 da Doubleday.

Una storia che inizialmente doveva essere solo un racconto, e che King, insoddisfatto, aveva gettato nel bidone della carta straccia. Ma la moglie Tabitha lo recuperò provvidenzialmente, suggerendo al marito di provare ad ampliarlo.

Il romanzo racconta la storia di Carrie White, una liceale che vive in una piccola città del Maine con una madre ossessionata dalla religione. Goffa, solitaria, vittima dei tiri mancini dei suoi coetanei, Carrie scopre gradualmente di avere poteri telecinetici, poteri che si erano già manifestati all’età di tre anni, dopo il primo choc della sua vita. Un giorno, l’innocente e beffeggiata Carrie userà il suo potere e sarà ovunque orrore, distruzione e morte. Brian De Palma ne ha creato una versione cinematografica nel 1976, ed è stato uno dei pochi adattamenti per il cinema apprezzato anche da King.

Pagine: 224

5. Il Miglio Verde

Questo, ammetto, essere il mio libro preferito di King.

Romanzo pubblicato nel 1996, originariamente composto da 6 volumi.

Descritto come un esempio di realismo magico, il titolo “Il Miglio Verde” si riferisce al corridoio verde che porta dalle celle del braccio della morte nel penitenziario di Cold Mountain alla sedia elettrica. È narrato da Paul Edgecombe, ex supervisore del blocco, mentre ripensa all’anno 1932 quando arriva un detenuto molto speciale. John Coffey è un gigantesco uomo di colore che è stato condannato per aver ucciso due gemelle bianche. Ma c’è qualcosa di magico e infantile in John e Paul inizia a sospettare che non sia un assassino. In effetti, si scoprirà che John Coffey è un uomo con un dono straordinario.

Il libro ha una narrazione tortuosa, che non risulta mai banale, e ti permette di entrare in sintonia con tutti i personaggi, di conoscerli e provare le loro stesse emozioni.

Se vuoi provare un libro di Stephen King non horror che ha personaggi fantastici e una storia memorabile, ti consiglio vivamente di provare questo libro. È anche un buon thriller poliziesco e un libro del mistero.

Pagine: 556

elisa

Sono Elisa, abito a Venezia, e i libri sono da sempre la mia più grande passione. In questo mio piccolo spazio, spero di potervi consigliare qualche lettura e, perché no, farvi innamorare di autori che prima non conoscevate.

Un pensiero su “Stephen King: i 5 miglior libri.

  1. Your stylе is so unique in comρarison to other ρeople I’ve гead
    stuff from. Mɑny thanks for posting when you’ve got the oρportunity, Guess I
    wilⅼ just book mark this web site.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto